Sentiero d’accesso classico al Gruppo del Brenta, attraverso la Val delle Seghe. Il primo tratto di percorso segue la strada forestale della Val delle Seghe (segnavia SAT 319), fino a loc. Tabelle. Qui si lascia il segnavia 319 e di prosegue lungo la strada, seguendo il segnavia 322, fino al Rif. Croz dell’Altissimo (mt. 1430 – 1.15 ore da Molveno).

Per chi non volesse percorrere la strada il Rif. Croz dell’Altissimo è raggiungibile anche dalla loc. Pradel (1360 mt, stazione d’arrivo della cabinovia) o mediante il servizio taxi rifugi. Dal Rif. Croz dell’Altissimo si imbocca il sentiero 340 fino al Rif. Selvata (40 min.). Da qui, riprendendo il sentiero 319, ci si inerpica verso la catena centrale del gruppo, superando la loc. Massodi (1970 mt., Baito dei Massodi), raggiungendo la loc. Laghet (2250 mt.) lasciando sulla destra i bastione del Campanil Basse e della Brenta Alta, per raggiungere infine il Rif. Tosa-Pedrotti (mt. 2491 – 4.30 ore da Molveno).

Da qui in 15 minuti si può raggiungere la Bocca di Brenta, valico che permette di scendere in 3 ore a Moadonna di Campiglio.

Il rientro avviene lungo lo stesso sentiero fino al rif. Selvata (1630 mt.). Qui si prosegue per il sentiero 319 fino a ricongiungersi con la strada della Val delle Seghe, che si segue fino alla Baita Ciclamino. (3.30 ore dal Rif. Pedrotti)