Ai piedi dell’imponente parete da cui prende il nome, il Rifugio Croz dell’Altissimo si trova lungo la principale via d’accesso al Gruppo di Brenta lungo i versanti orientali. Qui passarono, nella seconda metà dell’Ottocento, i pionieri dell’alpinismo che per primi esplorarono questo Gruppo dolomitico attraverso la Bocca di Brenta. Qui, sulla parete di 900 metri che è tra le più alte e impressionanti del Brenta, si misero alla prova i più forti scalatori. Ma al Rifugio Croz dell’Altissimo si può salire - più semplicemente -spinti dalla passione per la cucina tipica trentina che la famiglia Spellini, da sempre alla guida di questa struttura di montagna, propone ai suoi visitatori.

Apertura
Da inizio maggio a fine settembre
A ottobre nei week-end
Prima dell'escursione si consiglia di verificare l’effettiva apertura del rifugio contattando il gestore

Itinerari
Dal Rifugio in circa 40 minuti si raggiunge, sul versante opposto della valle, il Rifugio Selvata (difficoltà E). Proseguendo lungo itinerari percorribili da qualunque escursionista si raggiungono i Rifugi Tosa e Tommaso Pedrotti (3 ore di cammino, difficoltà E) e infine la Bocca di Brenta (3.30 di cammino, difficoltà E).